Caricamento Eventi

Scenari di guerra, esodi e migrazioni e sofferenza e morte… è la cronaca di ogni giorno, è il male che torna, quello cui ci stiamo ancora una volta abituando. E allora è dentro di noi, nelle pieghe delle nostre coscienze, che siamo chiamati tracciare inedite “vie dell’amicizia”, a ritrovare le vibrazioni del cuore e l’emozione della compassione, a riscoprire la gioia dell’accoglienza e di un abbraccio. Di nuovo attraverso il codice “universale” della musica, Riccardo Muti conduce il pubblico lungo quel ponte di fratellanza, sempre più esile quanto necessario, che unisce in un grido di speranza le sponde del Mediterraneo, ormai mare di morte. Con il lirismo drammatico e al tempo stesso intimo di Schubert, che si specchia nella lingua arcaica eppure modernissima dello Stabat Mater di Sollima, un abbraccio tenero e struggente che profuma d’amore.

 

Palazzo Mauro De André ore 21:00

Nicolò Balducci controtenore
Giovanni Sollima violoncello
Lina Gervasi theremin

Franz Schubert
Sinfonia n. 4 in do minore D 417 “Tragica”

Giovanni Sollima
Stabat Mater per controtenore, theremin, coro e orchestra
su versi di Filippo Arriva

Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”
Coro della Cattedrale di Siena “Guido Chigi Saracini”
maestro del coro Lorenzo Donati
Coro a Coro diretto da Rachele Andrioli